Approfondimenti

 

Servizi e prodotti

Filtra per professione

Filtra per

Filtra per tipologia

 

A
Abbonamenti Solmap per la formazioneAdempimenti fiscaliAmministrazione trasparenteAntiriciclaggioAttestazione di prestazione energetica
B
Bilanci e pratiche faciliBilancio Dot ComBollini e carta filigranataBustaPaga Dot Com
C
Certificati di ruolo, CNS e Tesserini d'iscrizioneCertificazioni Uniche (CU)Cerved - Banche datiCessione quote SrlCloud Fattura - Emissione fattura elettronicaCodice LEIComunicazione iscritti al Ministero della GiustiziaComunicazione PEC all'Agenzia Entrate - Indagini, monitoraggio e FATCA/CRSComunicazione Sistema Tessera SanitariaComunicazioni FATCA - CRSComunicazioni rapporti finanziariConservazione Cloud Dot ComConsultazione ed estrazione PEC Pubbliche AmministrazioniContabilitàCorsi di formazione OPEN
D
Denunce di successione
E
E-book SolmapEntratel Dot Com
F
Fattura elettronicaFinanza agevolataFirma digitale e marche temporaliFirma grafometrica e conservazione a normaFormazione a distanza con creditiFormazione professionale continua
I
IMU e TASI - Software compilativoIndagini finanziarie - Risposta alle richieste di informazioniInserzioni on-line in Gazzetta UfficialeIntrastat
L
Liquidazioni Iva e Dati fattura
M
Modello 730 - Invio dichiarazioniModello 730 precompilatoModello ISEE - Invio dichiarazioniModello RED - Invio dichiarazioni
P
Pacchetto del commercialistaParcella AvvocatoPDF/APEC - Attivazione e rinnovo casellePEC - Comunicazione in CCIAAPEC Hub - Gestionale caselle clientiPolizza RC ProfessionalePrestazioni AssistenzialiPrivacy GDPR EUProcedure sindaci e revisori (PSR)Processo Civile Telematico (PCT)
S
Sicurezza sul lavoro (D.lgs. 81/08)Siti web per Ordini, Unioni e FondazioniSito di StudioStampati fiscaliStudio Time
T
Terzo settore
V
Visure on-line
W
Welfare aziendale

Modello 730

Al via le comunicazioni all’ENEA per le ristrutturazioni edilizie

Novità
Pubblicato il 28 nov 2018
Al via le comunicazioni all’ENEA per le ristrutturazioni edilizie

L’Enea ha pubblicato il sito per l’invio della comunicazione sui lavori di ristrutturazione effettuati, ed è stata messa a disposizione degli utenti anche la guida che chiarisce quando la comunicazione è obbligatoria.

L’invio deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Soltanto per gli interventi ultimati tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 il termine dell’invio è il 19 febbraio 2019, in quanto i 90 giorni decorrono dal 21/11/2018.

L’obbligo, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 e in vigore anche nel 2019, non è rivolto a tutti gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, ma soltanto a quelli volti al risparmio energetico.

La comunicazione deve essere trasmessa per i seguenti interventi:
  • strutture edilizie - riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno; riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi; riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno;
  • infissi - riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi;
  • impianti tecnologici - installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti; sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto; sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto; pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto; sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto; microcogeneratori (Pe<50kWe); scaldacqua a pompa di calore; generatori di calore a biomassa; installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze; installazione di sistemi di termoregolazione e building automation; installazione di impianti fotovoltaici;
  • elettrodomestici (solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017, per poter fruire del bonus mobili) - forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici. Gli elettrodomestici elencati devono essere di classe non inferiore alla A+, tranne i forni che devono essere di classe non inferiore alla A.
Vai al servizio
ARCHIVIATO IN:
bilancio
CONDIVIDI:

SERVIZIO CORRELATO

Vai al servizio

TI POTREBBERO INTERESSARE:

7 dic 2018
Sai che con CAF Do.C. puoi già prepararti per la campagna 730/2019?
27 nov 2018
Modello 730: Delega Precompilato 2019
21 nov 2018
Correzione errori di compilazione del Modello 730: c'è ancora tempo!
25 set 2018
Modello 730 integrativo 2018: come e quando presentarlo
11 set 2018
Modello 730: Integrativi a favore
1 ago 2018
Modello 730: Ricevute Entratel

NEWSLETTER

Fattura elettronica

Calcola il tuo preventivo